Home / Schemi uncinetto: tante idee stupende per creare veri capolavori / Portagioie Dentina all’uncinetto: insegniamo ai bambini a lavarsi i denti

Portagioie Dentina all’uncinetto: insegniamo ai bambini a lavarsi i denti

Già la conosco la vostra domanda: a cosa mai dovrebbe servire un portagioie all’uncinetto a forma di dentino? La risposta è semplice, con questo piccolo portaoggetti i vostri bimbi adoreranno lavarsi i denti. E adesso vi spiego il perché.

Si sa che quando si tratta di attività fatte per dovere, i bimbi non sono mai entusiasti e, talvolta, quello di riuscire a fargli lavare i denti può diventare una vera impresa. Figuriamoci poi farglielo fare in modo corretto! Io da questo punto di vista mi sento abbastanza fortunata perché alle mie bimbe è sempre piaciuto farlo. Soprattutto Ginevra (6 anni), che è quella precisina della famiglia, lo ha sempre fatto con scrupolo e attenzione. Elena invece di 3 anni è più pigra, spesso mi prende per i fondelli dicendo che li ha lavati quando invece non è vero, oppure lo fa svogliatamente senza ottenere grossi risultati ma, tutto sommato, è un’attività per la quale non ha un vero e proprio rifiuto.

Per me è sempre stato molto importante dare loro una certa autonomia, in modo che imparassero a fare da sole. Ma spesso subito dopo dovevo intervenire io per dare ai dentini una bella spazzolata supplementare, perché loro chiaramente non riescono a lavarli in modo perfetto.

Ma questi piccoli problemi si sono del tutto risolti da quando ho messo loro in mano uno spazzolino elettrico fatto appositamente per loro: si chiama Philips Sonicare for Kids.

philips-sonicare-for-kids

La particolarità di questo spazzolino, rispetto a quelli manuali, è che in due minuti spazzola i denti tante volte quante una persona riuscirebbe a fare manualmente in un intero mese! Il che mi fa stare davvero tranquilla quando le bimbe si lavano i denti da sole, perché so per certo che i denti saranno perfettamente puliti. In più la tecnologia fluidodinamica fa in modo che il fluido scorra tra i denti e sotto le gengive con delicatezza, senza dare fastidio ai bimbi che hanno la bocca molto più delicata rispetto a noi adulti. E il fatto che sia Philips di per sé è già una garanzia, ma non è una novità il fatto che io adori questo marchio. Vi ricordate la mia esperienza con la luce pulsata da fare in casa?

philips-sonicare-for-kids-6

Dicevamo quindi che in due minuti effettua gli stessi spazzolamenti che farebbe una persona in un mese, ma cosa riuscirebbe mai a convincere i bambini a spazzolare i denti tanto a lungo? Spesso se fanno 4 spazzolate per lato è già un successo.

Ebbene, qui entra in gioco un’idea geniale. La Philips ha infatti sviluppato una app per tablet e cellulari che si sincronizza con lo spazzolino e si chiama Brush Busters (la trovate negli app store per Android e iPhone).

philips-sonicare-for-kids-3

Nella app sono rappresentati un vichingo e una streghetta che hanno davvero tanto bisogno di una bella lavata di denti e sono afflitti da tanti problemi di carie, tartaro, alito cattivo e così via. Ogni volta che i vostri bambini spazzoleranno i denti salveranno un dentino al personaggio e otterranno un riconoscimento.

philips-sonicare-for-kids-4

Elena e Ginevra li adorano a tal punto che si travestono da streghetta ogni volta che devono lavarsi i denti, anche se Elena ha una vera e propria predilezione per il vichingo 😉

insegnamo-ai-bambini-a-lavarsi-i-denti-2 insegnamo-ai-bambini-a-lavarsi-i-denti-3 insegnamo-ai-bambini-a-lavarsi-i-denti-4

Quella dei riconoscimenti è un’idea davvero geniale perché invoglia i bambini a lavarsi i denti per scoprire cosa otterranno subito dopo, si sentono appagati dal premio e laveranno i denti con attenzione. Infatti durante il lavaggio dei denti il personaggio ci spiega dove passare lo spazzolino e fa in modo che i bimbi spazzolino la bocca per due minuti esatti.

philips-sonicare-for-kids-8

Guardate come funziona:

Ed ora veniamo al nostro piccolo portagioie all’uncinetto a forma di dentino, immagino abbiate già capito come utilizzarlo, vero?

portagioie-all'uncinetto-dentina

Poggiatelo sul lavandino, di fianco al suo spazzolino e, di volta in volta che lui si laverà i denti, inserite al suo interno un premietto che lui potrà prendere solo a lavaggio terminato e dopo che voi avete controllato che i dentini siano effettivamente puliti bene. Il premio sceglietelo voi, potrebbe essere un adesivo simile ai riconoscimenti che si ottengono con l’applicazione Brush Busters, da attaccare su un poster che appenderete in bagno. Oppure potrebbe essere il pezzo di un lego che, una volta completato, andrà a formare il personaggio da lui desiderato, oppure delle spillette da appuntare al petto, delle piccole medaglie fatte a mano, dei braccialetti, dei timbrini e così via.

Vi assicuro che i vostri bimbi adoreranno spazzolarsi i denti finché poi il rituale diventerà un’abitudine che faranno anche senza il bisogno dei premi. Credetemi, funziona!

Ed ecco lo schemino per creare il vostro portagioie all’uncinetto a forma di dentino, o forse dovremmo chiamarlo porta-premietti?

Cosa occorre

  • filato nei colori bianco e rosa
  • Uncinetto n.3
  • Occhietti
  • Ago e filo da ricamo
  • Colla
  • Forbicine

Abbreviazioni

  • cat – catenella
  • pb – punto basso
  • aum – aumento (lavorare 2 punti in un solo punto)
  • dim – diminuzione (chiudere due punti assieme)

Schema portagioie all’uncinetto a forma di dente

Fodera interna

Giro 1: con il colore rosa, anello magico, 6 pb dentro l’anello. Continuare la lavorazione a spirale

Giro 2: 6 aum – (12)

Giro 3: (1 aum, 1 pb) x6 – (18)

Giro 4: (1 aum, 2 pb) x6 – (24)

Giri 5-9: 24 pb

Chiudere il giro utilizzando la tecnica spiegata nell’articolo: Due metodi per chiudere i lavori ad uncinetto

portagioie-all'uncinetto-dentina-4

Radici

Giro 1: con il colore bianco, anello magico, 6 pb dentro l’anello. Continuare la lavorazione a spirale

Giro 2: (1 aum, 1 pb) x3 – (9)

Giro 3: 9 pb

Chiudere il giro utilizzando la tecnica spiegata nell’articolo: Due metodi per chiudere i lavori ad uncinetto e ripetere il procedimento altre 3 volte.

Giro 4: unire ora i molari e cucirli due a due con 3 punti di filo su 3 punti bassi per lato. Una volta fornate le due coppie, cucirle assieme con 4 punti di filo su 4 punti bassi. Ora dovremo lavorare a punto basso tutto attorno le 4 radici 22 pb.

Giro 5: (1 aum, 5 pb), (1 aum, 4 pb), (1 aum, 5 pb), (1 aum, 4 pb) – (26)

Giro 6: (1 aum, 6 pb), (1 aum, 5 pb), (1 aum, 6 pb), (1 aum, 5 pb) – (30)

Giri 7-11: 30 pb

Chiudere il giro utilizzando la tecnica spiegata nell’articolo: Due metodi per chiudere i lavori ad uncinetto

portagioie-all'uncinetto-dentina-2

Coperchio

Giro 1: con il colore bianco, anello magico, 6 pb dentro l’anello. Continuare la lavorazione a spirale

Giro 2: 6 aum – (12)

Giro 3: (1 aum, 1 pb) x6 – (18)

Giro 4: 18 pb

Chiudere il giro utilizzando la tecnica spiegata nell’articolo: Due metodi per chiudere i lavori ad uncinetto e ripetere il procedimento un’altra volta.

Cucire assieme le due semisfere con 4 punti di filo.

Giro 5: lavorare a punto basso tutto attorno alle due semisfere cucite assieme 30 pb

Giri 6-8: 30 pb

Chiudere il giro utilizzando la tecnica spiegata nell’articolo: Due metodi per chiudere i lavori ad uncinetto

Per rendervi le cose più comode, vi inserisco anche qui il video su come chiudere il lavoro in modo pulito, così che non resti nessuno scalino nel vostro dentino.

portagioie-all'uncinetto-dentina-3

Ora inserire gli occhietti come in foto, lasciando 4 punti bassi di distanza tra uno e l’altro e ricamare la bocca. Rivoltare la fodera rosa in modo che il dritto del lavoro resti all’interno, inserirla all’interno delle radici in modo che sbordi per circa 2 giri di punto basso e incollarla al fondo.

portagioie-all'uncinetto-dentina-5

Ora non vi resta che inserire il coperchio e decorarlo come più vi piace, io ho aggiunto un fiocchetto rosa perché ho due bimbe, ma credo che ai maschietti non farebbe piacere 🙂

Mi raccomando, fatemi sapere i progressi dei vostri bimbi nel lavaggio dei denti in un commento qui sotto, e se questo piccolo stratagemma funziona anche con loro!

 

Articolo realizzato in collaborazione con Philips Sonicare for Kids

About Carla Medda

L’essere diventata mamma per me è stata una grandissima opportunità di crescita personale e professionale. Il mio blog è la mia seconda anima, la vera essenza di me. Grazie a lui ho imparato tanto, sia sul lavoro che sulle relazioni personali. Un amico che, spero, mi accompagnerà ancora per tanti anni.

Lascia un commento