Home / Tante idee per il fai da te, bricolage, decorazioni per la casa... / Come cucire un copridivano con penisola: i laterali
Come cucire i cuscini del divano

Come cucire un copridivano con penisola: i laterali

Mi sono accorta qualche giorno fa, sfogliando tra i vecchi articoli di questo blog, di non aver mai terminato di scrivere il tutorial su come cucire un copridivano con penisola. Ho iniziato il lavoro nell’articolo Come foderare un divano con penisola parte 1: la seduta, ma non ho mai terminato il tutorial. Probabilmente avevo lasciato gli articoli per il futuro, ma mi è passato di mente. So però chealcuni di voi lo hanno richiesto, così mi sono messa a sfogliare tra le cartelle delle foto di quelli che ormai sono anni fa, e ho trovato quello che cercavo.

Nel primo articolo, abbiamo parlato di come preparare la stoffa, tagliarla della misura giusta e come cucirla in modo molto semplice, senza troppe pretese né troppa precisione, ma comunque con sufficiente cura.

In questo articolo, invece, parleremo di come cucire i laterali che, nei divano con penisola, sono asimmetrici e sono anche ciò che ci fa imbestialire maggiormente quando andiamo a cercare un copridivano adatto nei negozi. Dico bene?

Come cucire i laterali del copridivano con penisola

Per comodità, ho deciso di seguire il disegno della fodera originale del divano e sono andata a misurare le distanze da cucitura a cucitura. Seguendo la disposizione dei quadrati di stoffa scelta, ho poi cucito i pezzi due a due, mettendoli uno sull’altro e cucendo sul retro, per poi riprendere la cucitura sempre sul retro ma con la stoffa aperta, con il punto zig zag, al fine di dare più forza ai punti.

Ho poi preso le misure sul bracciolo e tagliato la stoffa in eccesso, cercando di far combaciare bene gli angoli.

A questo punto è arrivato il momento di preparare la bordura, quel pezzetto di stoffa a forma di tubo che corre lungo il perimetro di tutto il divano e dei cuscini, a scopo decorativo.

Ho quindi preso della normale fettuccia gialla e vi ho fatto passare all’interno un cordoncino. Ho poi piegato in due la fettuccia con il cordoncino all’interno e ho cucito i due lati il più vicino possibile al cordoncino, in modo che rimanesse ben fermo.

come-cucire-un-copridivano-con-penisola-1 come-cucire-un-copridivano-con-penisola-2

È giunto quindi il momento di cucire la bordura alla stoffa e fare il bordo del divano. Dal momento che il divano è asimmetrico, purtroppo non ci sarà possibile imbastire la stoffa direttamente sul divano al rovescio, ma va fatto sul dritto. Lavoro ovviamente un po’ faticoso e lungo. Il consiglio che posso darvi, che è quello che ho seguito anche io, è quello di fare una prima imbastitura con gli aghi su una porzione del copridivano con penisola, per poi completarlo immediatamente a macchina. Procedendo così poco a poco e misurando bene ogni volta.

I pezzi di stoffa vanno ancora uniti assieme sul rovescio ma, questa volta, bisogna mettere la bordura in mezzo e cucire sempre il più vicino possibile al cordino.

come-cucire-un-copridivano-con-penisola-4

Ripassate sempre i punti due volte per sicurezza. Troverete un po’ di difficoltà forse a cucire gli angoli perché il cordino, al rovescio, tende ad arricciarsi e a tirare verso l’interno mentre, una volta indossato sul divano, potrebbe risultare troppo teso. Procedere poco per volta, sistemano la bordura a ogni punto.

come-cucire-un-copridivano-con-penisola-3

Questa è la parte più noiosa, ma probabilmente anche quella che da più soddisfazione, perché il lavoro procede e il risultato è subito apprezzabile.

come-cucire-un-copridivano-con-penisola-5

La terza e ultima parte di questo tutorial, riguarda come cucire i cuscini del divano con penisola.

Buon lavoro!

About Carla Medda

L’essere diventata mamma per me è stata una grandissima opportunità di crescita personale e professionale. Il mio blog è la mia seconda anima, la vera essenza di me. Grazie a lui ho imparato tanto, sia sul lavoro che sulle relazioni personali. Un amico che, spero, mi accompagnerà ancora per tanti anni.

Lascia un commento