Home / Tanti tutorial di uncinetto per imparare nuove tecniche utili / Lavori con la fettuccia: tutti i segreti e i trucchi per i lavori all’uncinetto
la fettuccia: borsa di hello kitty in fettuccia di lycra

Lavori con la fettuccia: tutti i segreti e i trucchi per i lavori all’uncinetto

la fettuccia: borsa di hello kitty in fettuccia di lycra

La fettuccia è un tipo di materiale che, negli ultimi anni, è diventato molto di moda tra chi esegue dei lavori all’uncinetto. Per le sue caratteristiche, si presta alla perfezione per realizzare in poco tempo dei lavori piuttosto voluminosi che, se usaste il semplice cotone o il filato acrilico, vi servirebbero giorni interi per portare a termine.

Nonostante la semplicità del suo utilizzo, la fettuccia richiede comunque una tecnica di lavorazione particolare e può portare a risultati differenti a seconda del tipo di fettuccia che si utilizza.

Tipi di fettuccia

La fettuccia nativamente è un materiale di scarto risultante dai ritagli di stoffa utilizzati per lavori più importanti come i vestiti, i costumi da bagno e via dicendo. Anziché buttarle via, le grandi aziende hanno pensato di trovar loro un nuovo utilizzo e hanno quindi dato il via alla moda delle borse e degli accessori realizzati in fettuccia.

Borsa all'uncinetto la fettuccia fettuccia nera e viola con dettagli in oro e collana scaldacollo abbinata

Proprio per via della loro origine, i tipi di fettuccia in commercio sono le più svariate e difficilmente ne troverete mai due perfettamente identiche. Di solito vengono vendute in grosse bobine che variano da 600gr a 1kg circa di peso e la composizione del tessuto non sempre viene riportata in etichetta. La maggior parte delle fettucce commercializzate sono:

  • in tessuto di lycra
  • in nylon
  • in cotone elasticizzato
  • cotone puro
  • cotone felpato
  • cotone misto acrilico
  • tutto ciò che proviene dagli scarti di lavorazione.

Non fatevi ingannare dal peso riportato dall’etichetta, perché a seconda del tipo di materiale che acquistate la metratura del filato può essere molto diversa. Un cotone felpato può essere corto anche la metà rispetto alla fettuccia di lycra, fatevi quindi bene i conti su quanta fettuccia vi servirà per portare a termine il lavoro. Tenete anche presente che utilizzando una fettuccia più spessa e utilizzandone quindi di più, vi ritroverete un oggetto finale di molto più pesante. Per questo motivo è sempre meglio scegliere per le borse una fettuccia più leggera che, talvolta, arrivano a pesare anche più di un chilo dopo aver aggiunto fondi e manici.

borse, borsa in fettuccia, borsa uncinetto, crochet, uncinetto,

È quindi molto importante scegliere la fettuccia giusta per il tipo di lavoro che si vuole andare a realizzare. Se vi piacciono le borse rigide, preferite la fettuccia in nylon rispetto a quella di lycra perché rimane meno elastica ed è quindi più compatta; se invece volete realizzare degli orecchini o delle collane, preferite la fettuccia in lycra e, se lo spessore dovesse farvi ottenere un risultato troppo grezzo, pensate anche all’eventualità di segmentarla in più strisce in lunghezza. In questo modo vi sarà possibile lavorarla con un uncinetto più piccolo e avere un accessorio più fine e che pesa meno. Le vostre orecchie ringrazieranno!

Se invece la vostra idea è quella di farne dei tappeti, delle borse per la spesa o per il mare, un copri divano, foderare le sedie, una cuccia per il cane e vari altri lavori che richiedono un materiale meno elastico e più resistente, ripiegate pure sul cotone al 100%. Fate attenzione che solitamente il cotone venduto è inamidato e sarà particolarmente difficile da lavorare se non si usano dei punti piuttosto larghi. Utilizzate quindi un uncinetto molto grande e armatevi di un po’ di santa pazienza perché, se già lavorare la fettuccia di per sé è faticoso, quella in cotone vi farà sudare ancora di più.

Dove comprare la fettuccia e gli accessori

Oggi come oggi, il metodo più veloce è quello di acquistare tutto ciò che serve online. I siti dai quali acquistare la fettuccia sono molti e, a grandi linee, offrono tutti lo stesso prezzo medio al chilo. Le bobine della Hooked Zpagetti arrivano a costare 2-3€ in più rispetto alle altre, ma la qualità del materiale è sicuramente ottima. I siti dai quali io ho acquistato in passato e con i quali mi sono trovata molto bene sono:

Tutti questi negozi online hanno, però, un grosso difetto: le spese di spedizione vanno a peso e una singola bobina di fettuccia arriva a pesare circa 1kg, il che significa che i costi possono arrivare anche a 20€ se si decidesse di fare un po’ di scorta.

Se ne avete la possibilità, io sconsiglio vivamente di acquistare la fettuccia online e, piuttosto, fatevi un giro nei mercati più forniti vicino a casa vostra. Troverete la fettuccia quasi certamente e, in più, avrete la possibilità di toccarla con mano, vederne lo spessore e il colore della bobina. Tramite il monitor è facile che il colore della fettuccia vari leggermente e, di certo, non potete sentire con mano la qualità del filato.

In alternativa, potrete anche realizzare da soli a casa la vostra fettuccia riciclando magari vecchie lenzuola, vestiti, magliette, jeans e tutto ciò che altrimenti finirebbe nella spazzatura. Verranno fuori dei lavori coloratissimi e un po’ grezzi (il cotone una volta tagliato tende a sfilacciarsi un po’), ma per farne dei tappeti da usare magari per il bagno o per la stanza dei bimbi andranno benone.

In genere tutti i luoghi che vendono la fettuccia, vendono anche gli accessori utili per creare le famose borse, di bottoni ai manici, ai fondi, alle bordure. Questi ultimi, pesando molto meno, conviene invece comprarli su internet sia perché il loro costo è di molto inferiore online rispetto ai mercati e alle mercerie, sia perché la varietà di scelta non è assolutamente paragonabile.

Come si fanno i lavori con la fettuccia

Per iniziare i lavori con la fettuccia vi servirà un uncinetto di grosse dimensioni, solitamente il più utilizzato è il numero 10 e, ovviamente, la fettuccia. Si lavora esattamente come gli altri filati, ma è più comodo impugnare l’uncinetto stringendolo nel pugno, come se doveste affettare della carne con il coltello. Con la fettuccia potrete seguire ogni tipo di schema di borse o centrini e via dicendo che normalmente seguireste con il cotone normale ma, dato che il lavoro verrà di dimensioni maggiori, è consigliabile ridurre i punti.

Non esistono particolari norme sulle lavorazioni all’uncinetto, se si rispettano i materiali e si ha un’idea di cosa si vuole creare, si può tranquillamente lasciarsi andare alla fantasia oppure affidarsi al semplice punto basso e giocare con i colori. L’unico accorgimento che mi sento di dare è quello di evitare i nodi quanto più possibile. Se dovete cambiare colore spesso, fatelo senza tagliare il filo, ma semplicemente riprendendo il lavoro con la fettuccia di colore diverso lasciando l’altra in sospeso o, meglio, inglobandola nella lavorazione del nuovo colore. In questo modo i nodi non creeranno spessore all’interno della borsa o sotto il tappeto e no creeranno quei brutti inestetismi sui gioielli, a meno che non sia un effetto del tutto voluto.

Per ora credo che questo sia tutto, se avete altri suggerimenti da dare a chi vuole iniziare i lavori con la fettuccia per la prima volta, lasciate pure un messaggio nei commenti, a me fa sempre un immenso piacere leggerli!

I punti da usare con la fettuccia

Di seguito trovate una lista tutta dedicata ai punti da usare con la fettuccia, ne aggiungerò di nuovi mano a mano che pubblicherò gli articoli.

Punti uncinetto per fettuccia #1: punto canestro

Punti uncinetto per fettuccia #2: Punto Soffiato

Tutti gli articoli sul corso di uncinetto:

 

About Carla Medda

28 commenti

  1. Salve,è la prima volta che ti leggo, ho trovato consigli molto utili…brava
    grazie <3

    • Ciao Antonietta,
      mi fa molto piacere conoscerti. Ovviamente consigli e dritte sono sempre bene accetti 😉
      Un abbraccio e buona serata!

  2. Ciao Pina! Credo di aver capito cosa intendi, è un problema che capita quando si lavora a spirale. Per ovviare al problema dovresti chiudere ogni giro con un punto bassissimo sulla prima maglia del giro e cominciare il giro successivo facendo una catenella. Il risvolto di questo tipo di lavorazione è che il punto nel quale si fa il cambio di riga resta abbastanza visibile. Puoi quindi magari fare tutta la lavorazione a spirale e poi, quando arrivi nel punto in cui vorresti mettere il nastro, chiudere il giro e procedere come ti ho spiegato prima. vedri che così non avrai problemi e la borsa sarà bellissima e senza giunzioni visibili 😉

  3. sono felice di aver trovato te e in
    parare tante cose

  4. ciao è la prima volta che entro nel tuo sito e lo trovo molto interessante grazie!!

  5. Che gentile Giuseppina! Spero di continuare a fornire sempre contenuti interessanti 😉 Buona serata!

  6. bello………… utile e dilettevole…. complimentissimi 😀

  7. orietta grigoli

    GRAZIE PER TUTTE QUESTE IDEE E ISTRUIZONI

  8. Ciao Anna, grazie e benvenuta ^_^

  9. trovo tt molto interessante e creativo sto gia realizzando diverse cose grazie …grazie x i vostri consigli e suggerimenti!!!!

  10. finalmente ho trovato quello che cercavo vorrei realizzare una borsetta a forma hello kitt per la miia nipotina mi potete aiutare grazie fantastco questo sito

  11. ciao ,sono entrata nel tuo sito x la prima volta e l'ho trovato molto interessante ,con tanti consigli, con buone spiegazioni . Grazie. !!!!

  12. Ciao Elvira, grazie sei molto gentile ^_^

  13. Ciao spero di riuscire a creare qlcs anch'io

  14. molto bello anche io ne ho fatti tanti e di vari colori andati a ruba tra amiche e colleghe

  15. Questa è una meraviglia te la copierò sicuro baci baci

  16. Felice che ti sia piaciuta ^^ Un bacione Pina!

Lascia un commento