corso-uncinetto

Corso di uncinetto: introduzione

corso-uncinetto

Se vi state accingendo ad imparare la tecnica dell’uncinetto, molto probabilmente lo fate perché siete rimaste impressionate dall’incredibile versatilità di uno strumento così piccolo e di quante cose si possano creare con un minimo di manualità e pazienza.

Prima di iniziare, però, è utile imparare alcuni passi fondamentali che di certo vi torneranno utili durante il corso di apprendimento e sarà mia premura rendervi il processo il più semplice possibile.

Uncinetti

Gli uncinetti in commercio sono di svariati tipi, alcuni sono realizzati a mano magari scolpiti nel legno, altri in plastica, altri ancora in metallo. Quelli più belli sono fatti artigianalmente, magari anche antichi. I più diffusi al giorno d’oggi e anche i più economici sono però quelli in alluminio, leggeri e adatti per chi è alle prime armi o per lavori brevi. Io sono passata a quelli ergonomici con l’impugnatura in gomma da non troppo tempo ma, in effetti, la differenza si fa sentire se si passa tanto tempo con l’uncinetto in mano.

L’uncinetto è suddivisibile in varie sezioni:

sezioni dell'uncinetto

La punta e il collo vengono utilizzati per intrecciare i punti, la cui larghezza viene definita in base all’asta. L’asta poi determina anche il numero dell’uncinetto in relazione al suo diametro. L’impugnatura normalmente è il punto in cui viene stretto dalle dita e il manico scorre lungo il palmo della mano.

Il diametro dell’uncinetto viene misurato in millimetri ma viene definito in modi diversi a seconda del paese d’origine. In generale esistono 3 tipi di misure: quella in mm, quella US e quella inglese. Di seguito trovate la tabella di conversione delle misure:

tabella conversione diametro uncinetti

Filati

I filati sono anch’essi suddivisi in base al calibro che normalmente è indicato nell’etichetta applicata alla matassa, in base al numero del filato, è consigliabile usare un determinato numero di uncinetto. Variano il diametro dell’uncinetto si otterranno maglie più o meno larghe che andranno così a modificare anche il risultato finale della lavorazione. Non farà troppa differenza se starete lavorando ad una copertina o ad un pupazzetto, ma se ciò che state realizzando è un capo di abbigliamento sarebbe il caso seguire scrupolosamente le istruzioni e controllare le dimensioni del campione ove indicato.

Di seguito trovate la tabella internazionale sullo spessore dei vari filati utilizzati per i lavori a maglia e uncinetto:

yarn-standards

 

 

Tutti gli articoli sul corso di uncinetto:

About Carla Medda

Lascia un commento